Libretto Impianti Termici

Apri Pannello Impianti
Showroom
Le Nostre Stufe
Impianto Fotovoltaico
Cagliari
Lavoriamo in tutta la Sardegna
Bosa
Impianto luci cripta
Sestu
8 Unità Sky Air Daikin Canalizzate da 60000 Btu
Showroom
Via Pietro Nenni Quartu Sant'Elena
Domotica
Installatori ISAAC
Impianti di riscaldamento
e produzione acqua calda

Il libretto d’impianto è il documento di riconoscimento di ogni impianto termico. Al suo interno sono descritte le caratteristiche tecniche e, nel tempo, sono registrate le eventuali modifiche, sostituzioni di componenti e tutti gli interventi di controllo effettuati. Nel Decreto Ministeriale del 10 febbraio 2014 è stato pubblicato un nuovo modello di libretto di impianto che sostituisce sia il vecchio libretto riguardante i piccoli impianti monofamiliari (inferiori a 35 kW) che quello riguardante gli impianti più grandi (superiori a 35 kW).

Il nuovo libretto si applica agli impianti di riscaldamento tradizionali, agli impianti di climatizzazione estiva ed anche ai nuovi impianti alimentati da cogeneratori o allacciati al teleriscaldamento. Il libretto è di tipo modulare, pertanto, sono da compilare soltanto le pagine e le sezioni che sono pertinenti al caso specifico. Il responsabile dell’impianto, con l’aiuto del proprio manutentore, deve sostituire il vecchio libretto, che comunque va conservato, con il nuovo. La sostituzione deve essere effettuata contestualmente alla prima manutenzione eseguita dopo il 15 ottobre 2014 (modelli di libretto di impianto modulari e compilabili a video sono scaricabili gratuitamente dal sito del Comitato Termotecnico Italiano: www.cti2000.it). Per le pompe di calore e le macchine frigorifere contenenti più di 3 kg di gas fluorurati, il nuovo libretto di impianto non sostituisce, ma si affianca, al “registro dell’apparecchiatura” previsto dal DPR 43/2012 e pubblicato sul sito del Ministero dell’Ambiente (www.miniambiente.it).

Fonte : http://www.sviluppoeconomico.gov.it/images/stories/pubblicazioni/Guida_impianti_termici.pdf

Il libretto di impianto si deve compilare e si deve aggiornare in presenza di impianti  e/o apparecchi di riscaldamento e/o condizionamento,  al servizio di edifici residenziali, scuole, ospedali, caserme, palestre, cinema, sale da ballo, edifici sportivi, edifici di culto, ecc., oppure destinati ad attività industriali, artigianali, commerciali, uffici pubblici o privati.

“5. Il proprietario o il conduttore dell’unità immobiliare, l’amministratore del condominio, o l’eventuale terzo che se ne è assunta la responsabilità, qualora non provveda alle operazioni di controllo e manutenzione degli impianti di climatizzazione secondo quanto stabilito dall’articolo 7, comma 1, è punito con la sanzione amministrativa non inferiore a 500 euro e non superiore a 3000 euro.

Non devono comunque essere registrati sul libretto di impianto:

  •  Gli apparecchi per la produzione di acqua calda sanitaria (quali scaldacqua, scaldabagni, boiler) ed eventuali pannelli solari termici ad essi collegati a servizio di  singole unità immobiliari ad uso abitativo o assimilate
  • Gli apparecchi mobili per riscaldamento e/o condizionamento (quali stufe elettriche, climatizzatori portatili, generatori di calore portatili, ecc.);
  • Le stufe,  i caminetti o gli apparecchi di riscaldamento localizzato ad energia radiante se la loro potenza termica del focolare complessiva non supera i 5 kW.

 

Dove Siamo